Stampa

Atti di violenza nei confronti dalla Polizia Penitenziaira presso la Casa Circondariale di Ferrara.

on . Postato in Notizie

On. Andrea ORLANDO
Ministro della Giustizia

    Ill.stre Ministro,
tre agenti di polizia penitenziaria in servizio presso il carcere di Ferrara sono stati aggrediti e feriti da alcuni detenuti nella giornata del 28 settembre c.a..
    L'ennesimo atto di violenza che si somma a quelli accaduti nel precedente mese di Agosto denotano tutta la gravità nella quale operano i poliziotti penitenziari.
    Oramai il sistema carcere risulta fuori controllo e l'episodio di violenza a  Ferrara, insieme ai molti altri che si susseguono nelle nostre carceri quotidianamente e in modo oramai reiterato, ne danno piena dimostrazione.


    L'Amministrazione ha il preciso obbligo di tutelare in primis il personale penitenziario  ripristinando quella legalità che oramai sembra essere una chimera nella gran parte delle realtà penitenziarie  del Paese.
    Deve essere rimarcato il principio del totale rispetto delle regole per la popolazione detenuta.
    Si focalizza da tempo oramai l'attenzione sui presunti trattamenti disumani verso i carcerati oppure su iniziative volte alla rieducazione degli stessi ma poco o nulla invece si è fatto per tutelare e mettere in sicurezza il personale.
    Colleghi fatti oggetto oramai di atti di violenza e aggressioni da parte dei detenuti e senza che nei confronti di quest'ultimi si determinano provvedimenti sanzionatori o altro.
    Assistiamo a situazioni, come quello di Ferrara, dove il collega resta inerte rispetto alla cieca violenza dei detenuti dimostrando l'incapacità di un sistema che oramai consente a chi è recluso di dettare le regole.
    Agli agenti coinvolti a Ferrara e a tutti quelli che hanno subito in questi anni la recrudescenza di atti di violenza e aggressioni da parte dei detenuti va tutta la nostra solidarietà.
    La responsabilità di questo fallimento, oramai sotto gli occhi di tutti, deve essere determinata, non escludendo da parte nostra la valutazione della richiesta di una precisa determinazione da parte della  Commissione Europea per i Diritti Umani .
    Cordiali saluti

    Il Segretario Generale
    Pompeo MANNONE

Accesso Registrato

Conquiste del Lavoro

conquiste

 

Confederazione CISL

cisl

 

Servizi CISL

noi cisl