Stampa

Personale Dirigenza Penitenziaria - PRAP Puglia.

on . Postato in Amm. Penitenziaria

Dott. Riccardo TURRINI VITA
Direttore Generale del Personale e della
Formazione del D.A.P.

Egregio Cons. Turrini Vita,
rileviamo da tempo che vengono disposti provvedimenti relativi ad incarichi da assegnare al Personale del Comparto Dirigenza Penitenziaria, non sempre apparentemente coerenti con i reali bisogni delle Sedi di servizio della Puglia.
In particolare assistiamo all'assegnazione di più Dirigenti al PRAP di quella regione piuttosto che in alcune Sedi di Istituto Penitenziario gravemente in difficoltà. Ci riferiamo – ad esempio – alla Casa Circondariale di Foggia dove continua ad essere presente da almeno 3 anni, senza alcuna collaborazione di altri dirigenti, una unica dirigente penitenziaria, nonostante che l'Istituto in questione sia con una importante presenza numerica di detenuti, peraltro di gestione complessa.
Auspicando che la S.V. possa valutare l'esigenza di un intervento correttivo a tali scelte, si rimane in attesa di cortese urgente riscontro e si porgono cordiali saluti.

Il Segretario Generale
Pompeo MANNONE

Stampa

Dirigenza Penitenziaria. Contratto Diritto Pubblico

on . Postato in Amm. Penitenziaria

dirigenteMinistro della Giustizia
Prefetto Dott.ssa AnnaMaria CANCELLERI

e.p.c. Ministro del Dipartimento della
Funzione Pubblica
On. Avv. Gianpiero D'ALIA

Ill.stre Ministro della Giustizia,

riteniamo necessario e indifferibile riportare alla Sua attenzione la situazione relativa alla Dirigenza Penitenziaria che è ancora in attesa di stipulare il primo contratto di lavoro.

Rammentiamo

Stampa

Carriera dirigenziale penitenziaria.Osservazioni.

on . Postato in Amm. Penitenziaria

Dr. Luigi PAGANO

Vice Capo Vicario Dipartimento Amm.ne Penitenziaria

Oggetto: Carriera dirigenziale penitenziaria. Revisione del D.M. 1.2.2012. Nuovo schema di D.M. di conferimento degli incarichi superiori ai sensi dell'art. 7 del D.Lvo n. 63/2006. Osservazioni.

Egr. Vice Capo Vicario,

la scrivente O.S. in risposta alla opportuna informativa inviata sulla tematica indicata in oggetto porta alla Sua attenzione le seguenti osservazioni.

Stampa

PROROGA REGGENZE DIRIGENTI VVF

on . Postato in VV.F.

DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO, DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA CIVILE DIREZIONE CENTRALE PER LE RISORSE UMANE ATTRIBUZIONE INCARICHI DI TEMPORANEA REGGENZA A DIRIGENTI DEL CNVVF

DIRIGENTE GENERALE Ing. Giovanni NANNI Direttore Regionale dei Vigili del Fuoco per l’Emilia Romagna è prorogato l’incarico di reggenza temporanea del COMANDO PROVINCIALE DEI VIGILI DEL FUOCO DI MODENA fino al 31/10/2013.

DIRIGENTE SUPERIORE Ing. Marco CAVRIANI Dirigente Area Coordinamento e Sicurezza del Lavoro – Vicario Direttore Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica è prorogato l’incarico di reggenza temporanea di DIRIGENTE DELL’UFFICIO I RESPONS

Stampa

Regolamento del concorso pubblico per ispettori e dei sostituti direttori antincendio del Corpo nazionale dei vigili del fuoco

on . Postato in VV.F.

Si informa che è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – Serie Generale n. 166 del 17 luglio 2013 il Decreto del Ministro dell'Interno 22 maggio 2013, n. 83: "Regolamento recante modalità di accesso attraverso concorso pubblico alla qualifica iniziale del ruolo degli ispettori e dei sostituti direttori antincendio del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, ai sensi dell'articolo 21, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 13 ottobre 2005, n. 217".

Regolamento del concorso pubblico per ispettori e dei sostituti direttori antincendio del Corpo nazionale dei vigili del fuoco

Stampa

Appello straord Pers Direttivo CFS - Graduatorie

on . Postato in C.F.S.

Si trasmette la nota nr. 1113/Ris del 07/06/13 del Servizio IV relativa all’oggetto.

 

Cordiali saluti.

Il Segretario Generale CISL FNS

Pompeo MANNONE

 

Allegati
Download this file (1067-13-E.pdf)1067-13-E.pdf0 kB
Stampa

Personale della Dirigenza Penitenziaria.

on . Postato in Amm. Penitenziaria

Oggetto: Personale della Dirigenza Penitenziaria.

 

Preg.mo Pres. Tamburino,

con nota n. 189275 del 28 maggio u.s. il sig. Direttore Generale del Personale ha diramato a tutte le articolazioni - centrali e periferiche - dell’Amministrazione Penitenziaria, il D.C.D. 20/05/2013 a Sua firma, recante la disciplina di cui all’art.10 del D.L.vo 15/02/2006 n.63 per i criteri di conferimento degli incarichi ai dirigenti penitenziari.

Nel merito del provvedimento in questione, nonostante non contenga tutte le osservazioni che questa Federazione aveva posto alla Sua attenzione, non abbiamo note di rilievo da esporLe; ma questo non esula dal richiamare la S.V. - e le altre Autorevoli personalità che leggono per conoscenza - ad un diretto e più pressante impegno sul Ministro della Giustizia e sul Ministro della Pubblica Amministrazione e Semplificazione, affinché con la necessaria determinazione sia affrontato il problema della mancata stipula del I° Contratto Nazionale della Dirigenza Penitenziaria.

Sono passati oltre 7 anni dall’emanazione della Legge che istituiva il Comparto ed ancora non si è dato a questo Personale un Contratto, necessario per definire compiutamente quali sono i diritti a fronte dei numerosissimi doveri che la funzione attribuisce loro malgrado tutto.

Confidiamo che saranno assunte idonee iniziative e rimaniamo in attesa di un riscontro.

Con l’occasione si porgono cordiali saluti

 

Stampa

Lettera aperta ai Direttivi e ai Dirigenti del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

on . Postato in VV.F.

Con una nota del 9 marzo scorso la Federazione Nazionale della Sicurezza- CISL, unitamente alla

CGIL-VVF aveva ampiamente criticato i provvedimenti assunti dal Governo in carica, attraverso

l’emanazione del D.M. n.11 del 22. Ottobre 2012, con cui paventando una riorganizzazione delle funzioni

dei prefetti, nel Dipartimento VVF si affidavano compiti e funzioni alla carriera prefettizia attraverso una

contestuale contrazione delle prerogative e delle funzioni assegnate ai Dirigenti del CNVVF. Nella stessa

inoltre avevamo denunciato l’azione unilaterale del Ministro che ha emanato il citato Decreto Ministeriale

senza un minimo coinvolgimento delle Organizzazioni Sindacali del Dipartimento VVF, S.P. e D.C.

La FNS-CISL è pienamente convinta che le ricadute delle scelte del Governo sulla riorganizzazione

di talune strutture centrali dipartimentali non possa essere considerata il primo dei problemi, stante la

situazione organizzativa in cui è costretto a dibattersi quotidianamente il Corpo e il personale tutto proprio a

fronte di altre e più gravi scelte governative e di pesanti interventi recentemente posti in essere dai vertici del

Dipartimento, che impediscono un sereno svilupparsi delle relazioni sindacali a garanzia del servizio

istituzionale dei Vigili del Fuoco.

Proprio per tali motivi riteniamo sia indispensabile un fronte delle rappresentanze sindacali di tutte le

componenti del Corpo che non intervenga in occasione della sola salvaguardia di particolari interessi

personali di “potere”, alimentando così inutili scontri istituzionali tra i Prefetti e i Dirigenti del CNVVF, ma

che si impegni nell’interesse generale del Corpo.

Inoltre, non può sfuggire a nessuno di noi, a prescindere dall’appartenenza sindacale, come stante il

quadro politico e istituzionale, il CNVVF non possa che rimanere incardinato nel Ministero dell’Interno e

come risulti perciò assolutamente improponibile, se non per creare sterile confusione, una altra e diversa

collocazione istituzionale.

Come FNS CISL d’altro canto siamo sempre stati impegnati in prima fila a sostenere la necessità di

un intervento normativo che consenta ai vertici della Dirigenza del Corpo dei Vigili del Fuoco di raggiungere

la massima posizione di vertice all’interno del Dipartimento stesso, così come avviene per il Dipartimento di

Pubblica Sicurezza nell’individuazione del Prefetto quale Capo della Polizia di Stato. Per ottenere ciò

strutturalmente, è necessario che alla stessa stregua della Polizia di stato, una quota di dirigenti generali del

CNVVF a partire da quelli a livello centrale in servizio al Dipartimento vengano nominati Prefetti. Tale

prefigurazione consentirà al Governo di turno di poter scegliere il Capo Dipartimento tra i Prefetti puri e

quelli di origine tecnica provenienti dal CNVVF.

Questa Organizzazione sostiene con convinzione una piu’ urgente ed importante “autonomia

funzionale” quella da raggiungere attraverso l’implementazione del ruolo e delle funzioni operative e

amministrative delle Direzioni Regionali e dei Comandi Provinciali dei Vigili del Fuoco. Attraverso questa

autonomia e un forte decentramento delle funzioni e dei compiti, oggi incardinate nelle diverse Direzioni

Centrali del Dipartimento e negli uffici del Capo del Corpo VVF, si conseguirebbe un’efficacie snellimento

dell’attività istituzionale del CNVVF e la piena valorizzazione della sua Dirigenza tecnica.

IL SEGRETARIO GENERALE

Pompeo Mannone

 

Accesso Registrato

Conquiste del Lavoro

conquiste

 

Confederazione CISL

cisl

 

Servizi CISL

noi cisl