Stampa

ASPETTATIVA DI VITA E PREVIDENZA-VIGILI DEL FUOCO E COMPARTO SICUREZZA

on . Postato in Notizie

Al Vice Presidente del CDM
On.le Luigi Di Maio

Oggetto: Aspettativa di vita personale Comparto Vigili del Fuoco, Comparto sicurezza.

Egregio Ministro,

presso il Ministero del Lavoro è insediata la Commissione tecnica di studio incaricata dal precedente Governo di studiare la gravosità dei lavori anche ai fini di valutare gli effetti delle politiche previdenziali.
A tale riguardo porto alla Sua attenzione la necessità di considerare in modo precipuo le condizioni lavorative del personale di cui all'oggetto che garantisce il soccorso e la sicurezza ai cittadini del Paese.
In particolare, segnalo che sia i Vigili del fuoco che i Poliziotti hanno un limite di età per la pensione di vecchiaia(60 anni) inferiore agli altri dipendenti pubblici in ragione del lavoro fortemente a rischio e che richiede particolari condizioni psico-fisiche.
Alle categorie sopra citate si applica la finestra dei 12 mesi ante legge "Fornero" e l'aspettativa di vita come previsto per la maggioranza dei dipendenti pubblici e privati.
La predetta finestra di uscita (12 mesi) deriva dal fatto che tramite iniziative sindacali messe in campo dopo la legge cosiddetta Fornero non consentimmo di applicare, tramite un regolamento ad hoc, parte dei contenuti della legge Fornero stessa.
Insieme alla finestra(12 mesi) si applica l'aspettativa di vita che dal 1 gennaio 2019 assommerà complessivamente a 12 mesi.
Ne consegue che il personale deve rimanere in servizio oltre l'età ordinamentale (60) complessivamente per altri 24 mesi.
Richiediamo pertanto in considerazione della gravosità del lavoro di che trattasi di farsi promotore di fornire specifico indirizzo alla Commissione preposta volto a valutare la non applicazione per detti settori dei 5 mesi di aspettativa di vita che scattano l'anno prossimo ed in subordine di non applicare in futuro ulteriormente altri periodi di aspettativa di vita in ragione del particolare lavoro svolto e delle reali aspettativa di vita.
Richiediamo altresì, che il Governo assuma l'iniziativa volta all'attivazione della previdenza complementare per i nostri settori unici dipendenti pubblici a cui non è applicato l'Istituto.

Cordiali saluti.

Roma, 25 settembre 2018

Il Segretario Generale
Pompeo Mannone

Stampa

PROCEDURA SCELTA SEDE CS 2017-NOTA

on . Postato in Notizie

Al Sottosegretario all'Interno
On.le Stefano Candiani

E,p.c. Al Capo Dipartimento del CNVVF
Prefetto Bruno Frattasi

Ministero Interno-Roma

Oggetto: Circolare n. 12632 del 14.9.18 procedure passaggio di qualifica a Capo Squadra VVF 2017- Richiesta intervento urgente.

Egregio Onorevole,
in data 14 settembre 2018 l'Amministrazione del CNVVF ha emanato la nota circolare indicata in oggetto, relativa alla procedura per la scelta della sede per la copertura dei 605 posti del concorso a Capo Squadra decorrenza anno 2017.

In detta circolare il Dipartimento, diversamente da quanto fatto in questi ultimi anni, in modo unilaterale, ha modificato la prassi consolidata nel tempo, in relazione alla procedura della scelta sede sopra citata.

In particolare, mentre nel passato venivano messe a disposizione dei concorrenti tutti i posti disponibili nei Comandi Provinciali, con la circolare n.12362 questo non è avvenuto in quanto numerosi posti non sono stati indicati.

Tale situazione sta generando un forte malcontento tra i lavoratori VVF, che vedono preclusa la possibilità di avanzamento di carriera, in quanto non possono partecipare al concorso in questione pur essendo presente una carenza d'organico nella sede di appartenenza.

La Scrivente stigmatizza le disposizioni emanate dall'Amministrazione e chiede un Suo autorevole intervento affinchè siano modificate le indicazioni dei posti riportati in detta circolare, mettendo a disposizione tutte le sedi che presentano una carenza di qualificati Capo Squadra.

La richiesta riveste carattere d'urgenza in considerazione dell'imminenza dell'avvio della procedura di scelta sede prevista per il giorno 19.9.2018.

Sicuri di un Suo intervento si porgono i più sentiti saluti.

Il Segretario Generale
Pompeo MANNONE

Allegati
Download this file (modifica scelta sede.pdf)modifica scelta sede.pdf189 kB
Stampa

NOTA FNS-CISL AL GOVERNO PER EQUIPARAZIONE RETRIBUTIVA E PREVIDENZIALE DEI VIGILI DEL FUOCO

on . Postato in Notizie

Roma il, 17 settembre 2018

                                                                                  

                                                                                   Al Presidente del Consiglio

                                                                                   Professor Giuseppe Conte

                                                                                  

           Al Vice Presidente del Consiglio

                                                                                   On.le Matteo Salvini

                                                                                  

                                                                     Al Vice Presidente del Consiglio

                                                                                   On.le  Luigi Di Maio

Oggetto: Equiparazione retributiva e previdenziale dei VVF con gli appartenenti alle FF.OO.

Egregi,

la Scrivente Segreteria con la presente ritiene che il Governo debba mantenere quanto pubblicamente espresso negli ultimi periodi, affinché ai Vigili del Fuoco sia riconosciuta quell’equiparazione retributiva e previdenziale con gli appartenenti agli  altri Corpi dello Stato, questione questa prioritaria e  rivendicata da molto tempo.

A tal fine, la Scrivente ritiene che la Legge di Bilancio 2019 sia lo strumento idoneo per assegnare i risorse finanziarie necessarie a dare effettività a tale equiparazione retributiva complessiva e previdenziale, consentendo al Governo di manifestare concretamente la vicinanza della politica al comune sentire dei cittadini. 

I cittadini italiani per altro, nel loro insieme, hanno già espresso in più modi durante le innumerevoli sciagure che hanno flagellato il Paese, il riconoscimento verso un Corpo che si è sempre prodigato con professionalità, abnegazione ed umanità, spesso in silenzio, nel portare il soccorso alla popolazione.

Auspichiamo pertanto che il Governo traduca in atti concreti anche quanto è indicato nel “Contratto di Governo” relativamente all’oggetto.

Cordiali saluti.

                                              

                                                                                                          Il Segretario Generale

                                                                                       Pompeo MANNONE

Accesso Registrato

Conquiste del Lavoro

conquiste

 

Confederazione CISL

cisl

 

Servizi CISL

noi cisl