Stampa

DATA PAGAMENTO ASSEGNO SPECIFICITÀ

on . Postato in Notizie

Ministero dell’Interno
DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE
DIREZIONE CENTRALE PER LE RISORSE FINANZIARIE Ufficio II – Ordinamenti Retributivi del Personale
AVVISO INTRANET
Roma, 21 agosto 2018
Oggetto: Data di esigibilità dell’ emissione urgente/speciale del 14 agosto 2018 per la corresponsione dell’assegno di specificità di cui all’avviso intranet divulgato in pari data 21 agosto 2018 - Aggiornamenti
In relazione all’oggetto, si rende necessario fornire ulteriori informazioni rispetto al contenuto dell’avviso intranet già diramato in quanto, da una recentissima interrogazione sulla piattaforma Noipa, risulta essere stata aggiornata la data di esigibilità della citata emissione urgente/speciale del 14 agosto 2018 predisposta per la corresponsione dell’assegno di specificità con relativi arretrati.
In particolare, tale data risulta ora stabilita al 27 agosto 2018, anziché al 22 agosto 2018 come in precedenza previsto.
Per fare chiarezza su tale specifico aspetto è stata prontamente contattata anche la competente Direzione del Ministero dell’economia e delle finanze che gestisce la richiamata piattaforma Noipa, la quale ha confermato che la data definitiva di esigibilità è al 27 agosto 2018.
Si coglie, peraltro, l’occasione per confermare le altre informazioni fornite nel precedente avviso.
documento originale firmato agli atti
Il Capo Ufficio Staff (Sarnataro)*
1 di 1

Stampa

Assegno di specificità

on . Postato in Notizie

Ministero dell’Interno
DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE
DIREZIONE CENTRALE PER LE RISORSE FINANZIARIE Ufficio II – Ordinamenti Retributivi del Personale
AVVISO INTRANET
Roma, 21 agosto 2018
Oggetto: Effetti della rideterminazione dell’assegno personale riassorbibile per il personale dei ruoli speciali antincendio boschivo (AIB).
Dati della retribuzione del mese di agosto 2018.
Si fa seguito all’avviso intranet del 9 luglio scorso avente ad oggetto l’inquadramento economico del personale dei ruoli speciali antincendio boschivo (AIB) del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.
In tale occasione si è, fra l’altro, segnalato che la rideterminazione degli assegni personali riassorbibili in godimento viene effettuata, sulla piattaforma Noipa, con procedura automatica solo limitatamente ai miglioramenti economici delle misure dello stipendio tabellare, come altresì si desume dal messaggio operativo Noipa n. 050/2018 del 22 maggio 2018 divulgato dopo l’applicazione delle disposizioni di cui al rinnovo contrattuale 2016-2018.
Ne consegue che per l’applicazione di altre tipologie di miglioramenti economici è stato necessario procedere con procedura manuale-sistematica alla rideterminazione dell’assegno in conformità a quanto previsto dalla specifica normativa (art. 8, comma 1, lettera a), numero 2), ultimo periodo1, della legge 7 agosto 2015, n. 124).
Si tratta della prescrizione normativa che è, del resto, espressamente richiamata sia in sede di provvedimenti per il rinnovo contrattuale 2016-2018 (art. 7 del dPR n. 41/2018 e art. 10 del dPR 42/2018), che in sede di provvedimenti per la valorizzazione delle peculiari condizioni di impiego del personale del Corpo Nazionale VVF (art. 7 del dPR n. 47/2018 e art. 5 del dPR n. 48/2018).
Tra i miglioramenti economici che rientrano in tale riassorbimento vi è, come noto, anche l’assegno di specificità che è stato ammesso a liquidazione, con relativi importi di arretrato, nell’ambito del cedolino emissione urgente/speciale del 14 agosto 2018 e la cui data di esigibilità è prevista al 22 agosto prossimo. Conseguentemente, è stata operata da Noipa la rideterminazione dell’assegno personale riassorbibile nel cedolino ordinario di agosto 2018 (con data di esigibilità al 23 agosto 2018) che comporta il recupero – tuttavia applicato in forma rateizzata - degli importi corrisposti a titolo di assegno di specificità in sede del predetto cedolino del 14 agosto 2018.
1 Si riporta, per pronta consultazione, la formulazione testuale della citata disposizione:“Resta ferma la corresponsione, sotto forma di assegno ad personam riassorbibile con i successivi miglioramenti economici, a qualsiasi titolo conseguiti, della differenza, limitatamente alle voci fisse e continuative, fra il trattamento economico percepito e quello corrisposto in relazione alla posizione giuridica ed economica di assegnazione.”
Al momento il predetto cedolino emissione urgente/speciale è visualizzabile, nell’ambito della piattaforma Noipa, dagli Uffici amministrativi di servizio che rivestono la funzione di operatore per le competenze fisse e, verosimilmente a breve, sarà reso consultabile anche da parte di ciascun dipendente amministrato.

E’, inoltre, appena il caso di soggiungere che un’analoga rideterminazione dell’assegno personale riassorbibile è avvenuta per effetto della corresponsione dell’incremento dell’indennità di rischio di cui al rinnovo contrattuale 2016-2018, nonché a seguito di quanto previsto dai già citati dPR n. 47/2018 e n. 48/2018 (in entrambi i casi la previsione è contenuta all’art.2). Peraltro, anche nelle due casistiche appena citate si è determinato, per l’applicazione del miglioramento economico, un pagamento di somme a titolo di indennità di rischio di cui è stato necessario attivare i corrispondenti recuperi, sempre in forma rateizzata.
Tanto si fa presente per opportuna conoscenza degli interessati e per corrispondere alle richieste di informazioni e chiarimento che, negli ultimi giorni, sono state rivolte a questo Ufficio centrale in ordine ai dati della retribuzione relativa al corrente mese di agosto.
documento originale firmato agli atti
Il Capo Ufficio Staff (Sarnataro)*
2 di 2

Stampa

ADESSO I FATTI!!! LETTERA A CONTE-SALVINI-DI MAIO

on . Postato in Notizie

Roma 16 agosto 2018

 Al Presidente del Consiglio dei Ministri

  Giuseppe Conte

 Al Vice Presidente del CDM

  Matteo Salvini

  Al Vice Presidente del CDM

  Luigi Di Maio

Egregi,

la tragedia che ha colpito in queste ore l’intero Paese dopo il crollo del ponte autostradale di Genova che ha causato la morte di decine di persone e il ferimento di molte altre, pretenderà un’attenta attività di indagine degli organi competenti per individuare le cause e le responsabilità di quanto accaduto.

Non solo, tale disastro annunciato come tanti altri che interessano le infrastrutture ed  il fragile territorio italiano necessitano di una politica vera del cambiamento  che abbia quale priorità la prevenzione con un concreto piano di investimenti per la messa in sicurezza del territorio e delle infrastrutture a partire dalle scuole del Paese.

Questa Organizzazione Sindacale vuole sottolineare altresì, ancora una volta,  lo sforzo professionale del personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco impegnato come sempre fino allo estremo delle proprie forze per salvare e consegnare alle famiglie quanti ancora sono dispersi sotto la montagna di cemento armato del ponte crollato.

Un attività quella dei Vigili del Fuoco che appartiene alla parte sana del Paese e ne dà lustro nel mondo e  come avete potuto constatare anche di persona durante le visite nel luogo del disastro testimonia che gli operatori  sono in possesso di altissime capacità professionali che li rende attori principali in qualsiasi scenario di soccorso alle popolazioni. 

Ma a questi uomini dello Stato, come spesso accade quando si spegneranno le telecamere, rimarranno in mente le parole dei rappresentanti del Governo che dopo aver fatto gli inevitabili elogi e le solite promesse, poi quest’ultime spesso non hanno trovato  corrispondenza nei fatti concreti.

Ed è per questo che auspichiamo che stavolta sia possibile un cambiamento nei fatti concreti.

I fatti sono presto detti; ai Vigili del Fuoco servono risorse economiche strutturali per acquistare nuovi mezzi e attrezzature tecniche che consentano agli operatori di poter svolgere al meglio le operazioni di soccorso che avete visto anche in queste ore.

Inoltre, come avete annunciato servono risorse economiche per assumere personale e recuperare il gap delle 3000 unità nelle carenze d’organico.

Serve in particolare un cambiamento della politica di  Governo, come da voi annunciato, che recuperi le risorse per adeguare gli stipendi e le pensioni dei Vigili del Fuoco agli altri Corpi dello Stato.

La Federazione Nazionale della sicurezza della Cisl  il 5 settembre pv di fronte alle Commissioni Affari Istituzionali di Camera e Senato in occasione delle modifiche del nuovo ordinamento del CNVVF sosterrà queste e altre necessità non solo per quanti portano con impegno e sacrificio la propria opera professionale a tutela della  popolazione ma per far in modo che l’intera macchina del soccorso sia sempre all’altezza delle necessità del Paese.

Durante l’audizione parlamentare questa Organizzazione Sindacale che rappresenta la maggior parte dei Vigili del Fuoco, sosterrà a gran voce anche la  necessità di un cambiamento di rotta nell’organizzazione del Dipartimento dei VVF con politiche e protagonisti più in sintonia con gli interessi e le necessità del personale più esposto al rischio professionale. 

In ogni caso, rimaniamo pienamente convinti che l’avanzamento complessivo del Corpo passa attraverso la valorizzazione del personale sempre in prima linea e che rischia quotidianamente la vita per garantire ai cittadini di questo Paese il soccorso tecnico urgente. 

Distinti saluti.                                                           SegretarioGenerale

Pompeo MANNONE   


Stampa

CROLLO PONTE MORANDI PREVENZIONE ASSENTE

on . Postato in Notizie

*PONTE MORANDI: FNS, NUOVO DRAMMA ANNUNCIATO, PREVENZIONE ASSENTE =* Roma, 14 ago. (AdnKronos) - "Un nuovo dramma annunciato. La
prevenzione è la grande assente, manca purtroppo nella cultura del
nostro Paese. Bisogna fare un grande piano di investimenti pubblici
per mettere in sicurezza il territorio, le infrastrutture e le scuole
della intera nazione". Ad affermarlo in una nota è Pompeo MANNONE, il
segretario generale della Fns Cisl, la Federazione Nazionale della
Sicurezza della Cisl.
"In questa ennesima tragedia che colpisce tutti noi l'unica nota in un
certo senso rassicurante è il grande ed instancabile lavoro di tanti
soccorritori e di oltre 200 vigili del fuoco presenti sul luogo della
sciagura anche con gruppi speciali e cinofili che come sempre non
fanno mai mancare la loro spiccata professionalità ed umanità nel
soccorrere il cittadino che ha bisogno di aiuto ed ai quali va tutto
il nostro grazie", sottolinea il sindacalista.
(Eca/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
14-AGO-18 17:04
NNNN

Accesso Registrato

Conquiste del Lavoro

conquiste

 

Confederazione CISL

cisl

 

Servizi CISL

noi cisl