Stampa

Conguaglio fiscale 2009

on . Postato in Notizie

Egr. Prefetto,

con la rata stipendiale del mese di febbraio, come è norma, è stato applicato il conguaglio fiscale sui redditi del personale dipendente. I lavoratori, in molti casi, hanno visto portare in detrazione sul proprio stipendio cifre rilevantissime, anche pari all’intera rata mensile.

Tale situazione, generata dal conguaglio effettuato in unica soluzione a prescindere dall’importo dovuto, sta creando enormi problemi ai lavoratori interessati e alle loro famiglie, le quali, all’improvviso, si sono viste mancare le necessarie risorse indispensabili per il sostentamento. Tutto questo in un momento dove la crisi finanziaria colpisce in modo grave le famiglie.

La scrivente organizzazione, pertanto, invita l’Amministrazione a farsi carico delle oggettive difficoltà che sono derivate dai prelievi troppo onerosi, consentendo la massima rateizzazione del debito. Questo in analogia con quanto effettuato presso altre Amministrazione, le quali hanno consentito rateizzazioni proporzionali al valore degli importi dovuti.

Certi di un positivo riscontro alla presente si porgono distinti saluti.

IL SEGRETARIO GENERALE

Pompeo Mannone

 

Stampa

Addestramento minimo obbligatorio per il personale SAF

on . Postato in Notizie

2Egr. Prefetto

pervengono ormai da tutto il territorio nazionale notizie preoccupanti per ciò che concerne le attività di “addestramento minimo obbligatorio per il personale operativo abilitato all’uso delle tecniche SAF”.

Da quanto ci viene riferito, infatti, risulta che in numerose realtà territoriali non si provvede ad effettuare l’ addestramento minimo obbligatorio, finalizzato al mantenimento delle specializzazioni già conseguite.

Questa situazione scaturisce dalla impossibilità di pagare lo straordinario al personale specializzato, tanto che in alcune Regioni l’Amministrazione ha già disposto, unilateralmente e in violazione delle norme contrattuali, l’applicazione dell’istituto del recupero delle ore prestate in eccedenza.

Tale condizione è assolutamente intollerabile. Non è neanche immaginabile che l’Amministrazione da un lato fissi regole cogenti sul tema, nell’interesse del servizio e del cittadino, e dall’altro, cerchi scappatoie organizzative a carico dei lavoratori. L’Amministrazione ha l’obbligo contrattuale di reperire le risorse economiche necessarie, destinate al pagamento degli straordinari effettuati per i mantenimenti.

A ciò si aggiunga che esiste un preciso obbligo giuridico in capo all’Amministrazione, al rispetto delle norme che riguardano la sicurezza sul lavoro, nel cui ambito trovano sicuramente posto quelle che riguardano le attività di mantenimento.

E’ innegabile che la carenza di addestramento riverbera i propri effetti sulla sicurezza degli operatori, oltre a ridurre l’efficienza complessiva del dispositivo di soccorso a scapito dei cittadini.

In considerazione di quanto espresso si invita l’Amministrazione a ricercare idonee soluzioni finalizzate a risolvere il problema manifestato. Resta ovvio che in assenza di immediate risposte, ci troveremmo costretti a chiedere formalmente la sospensione dall’impiego delle tecniche SAF, per tutti gli operatori non in linea con i parametri stabiliti dalla stessa Amministrazione.

Distinti saluti

IL SEGRETARIO GENERALE

Pompeo Mannone

Stampa

controlli sulle assenze per malattia / fasce reperibilità

on . Postato in Notizie

orari_malattia_2010Egr. Prefetto,

 

da comunicazioni che pervengono dalle nostre Segreterie territoriali, ci risulta che le diramazioni periferiche dell’Amministrazione non applicano in modo uniforme le disposizioni che riguardano i controlli sulle assenze derivanti da malattia. In particolare, alcuni Comandi ritengono applicabile il Decreto del Ministro per la Pubblica Amministrazione 18 dicembre 2009 n. 206, attuativo dell’art 55 septies, introdotto dall’art 69 d.lgs. 150 del 27 ottobre 2009, (fasce 9 – 13 / 15- 18); altri invece, ritengono applicabile il disposto del D.M. 15 luglio 1986, attuativo della legge 11 novembre 1983 n. 638, art. 5 comma 10 (fasce 10 – 12 / 17 – 19).

 

A tal proposito si rammenta che la scrivente organizzazione, con nota datata 11 dicembre 2009, già aveva segnalato che il capo V del titolo IV del d.lgs. 150/09 “ Sanzioni disciplinari e responsabilità dei pubblici dipendenti”, all’interno del quale è contenuto l’art 69 che introduce l’art 55 septies (controlli sulle assenze), non è applicabile ai lavoratori del Corpo nazionale dei vigili del fuoco ma solo ai dipendenti pubblici in regime privatistico. Le fasce di reperibilità per i dipendenti in stato di malattia sono pertanto: dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 17 alle ore 19, secondo quanto disposto dal D.M. 15 luglio 1986.

 

In considerazione di quanto espresso si invita l’Amministrazione a diramare una circolare di chiarimento sull’argomento, al fine di evitare illegittime disparità di trattamento tra i lavoratori.

 

 

 

IL SEGRETARIO GENERALE

Pompeo Mannone

 

Stampa

Segreteria Territoriale di Rimini

on . Postato in Notizie

Trasmettiamo, in allegato, il comunicato della Segreteria Territoriale di Rimini con il quale si ringraziano gli iscritti per i risultati raggiunti.

Accesso Registrato

Conquiste del Lavoro

conquiste

 

Confederazione CISL

cisl

 

Servizi CISL

noi cisl