Stampa

Poggioreale, Mannone: vicini a colleghi polizia penitenziaria

on . Postato in Notizie

Domenica 16 giugno 2019 - 21:57
Poggioreale, Mannone: vicini a colleghi polizia penitenziaria
Fns Cisl: da tempo denunciamo grave situazione carceri
Roma, 16 giu. (askanews) – “Da tempo denunciamo la grave situazione di
rischio in cui la polizia penitenziaria è costretta ad operare nei carceri italiani”.
Dichiara il Responsabile della Federazione Nazionale della Sicurezza della
Cisl, Pompeo Mannone.
“Oggi però si è andati oltre

rispetto agli episodi di aggressione (ormai la media
è di 2 eventi al giorno in ambito nazionale) e nel carcere napoletano di
Poggioreale è scoppiata una rivolta che ha visto coinvolti circa 300 detenuti.
Un Padiglione del penitenziario risulta distrutto. Dopo ore di trattative, anche
con il coinvolgimento dell’Autorità Giudiziaria, la rivolta pare essersi conclusa,
ma è chiaro che l’accaduto è di estrema gravità. Il carcere di Poggioreale ospita
circa 2400 detenuti è chiaramente sovraffollato rispetto alla capienza
regolamentare e adesso, con quel padiglione devastato, la prima urgenza sarà
riallocare in altre Strutture le centinaia di detenuti che in quelle celle non
possono rientrare”. “Esprimiamo ancora una volta la nostra vicinanza a
Colleghi e Colleghe della Polizia Penitenziaria- continua Mannone- e saremo
impegnati nelle prossime ore nel pretendere che il Dipartimento assuma le
necessarie misure per un evento del genere”.
Fns Cisl: da tempo denunciamo grave situazione carceri
Roma, 16 giu. (askanews) – “Da tempo denunciamo la grave situazione di
rischio in cui la polizia penitenziaria è costretta ad operare nei carceri italiani”.
Dichiara il Responsabile della Federazione Nazionale della Sicurezza della
Cisl, Pompeo Mannone.
“Oggi però si è andati oltre rispetto agli episodi di aggressione (ormai la media
è di 2 eventi al giorno in ambito nazionale) e nel carcere napoletano di
Poggioreale è scoppiata una rivolta che ha visto coinvolti circa 300 detenuti.
Un Padiglione del penitenziario risulta distrutto. Dopo ore di trattative, anche
con il coinvolgimento dell’Autorità Giudiziaria, la rivolta pare essersi conclusa,
ma è chiaro che l’accaduto è di estrema gravità. Il carcere di Poggioreale ospita
circa 2400 detenuti è chiaramente sovraffollato rispetto alla capienza
regolamentare e adesso, con quel padiglione devastato, la prima urgenza sarà
riallocare in altre Strutture le centinaia di detenuti che in quelle celle non
possono rientrare”. “Esprimiamo ancora una volta la nostra vicinanza a
Colleghi e Colleghe della Polizia Penitenziaria- continua Mannone- e saremo
impegnati nelle prossime ore nel pretendere che il Dipartimento assuma le
necessarie misure per un evento del genere”.

Accesso Registrato

Conquiste del Lavoro

conquiste

 

Confederazione CISL

cisl

 

Servizi CISL

noi cisl