Stampa

Intervento problemi Penitenziari Lazio e sfollamento Cassino

on . Postato in Notizie

On. Alfonso BONAFEDE
Ministro della Giustizia - ROMA

Egregio Ministro,
da tempo questa Organizzazione Sindacale, tramite la nostra Federazione Regionale del Lazio, segnala ad ogni livello la grave situazione presente nei penitenziari Capitolini ed in generale di tutta la regione.
In particolare a fronte dei 5.258 posti previsti nei 14 Istituti la presenza di detenuti si assesta a circa 6.600 presenze, di cui 2.600 stranieri e con un totale di 1400 circa condannati non definitivi.


La situazione del sovraffollamento detenuti, oltre all’elevato numero di detenuti, che per la loro situazione giuridica determinano anche una imponente attività di traduzioni tra carceri e verso le aule di giustizia per l’attività processuale, sono motivo di importante sovraccarico di lavoro nel Personale di Polizia Penitenziaria.
Non bastasse questo, denunciamo da tempo la grave situazione strutturale di molti degli Istituti di pena e quindi non può giungere imprevista la notizia che nella C.C. di Cassino – a causa della dichiarazione d’inagibilità – risulta essere stato disposto il trasferimento immediato di circa 100 detenuti per chiusura di un Padiglione e conseguente aggravio della situazione in altri Istituti laziali.
Pur comprendendo l’urgenza dell’intervento disposto non possiamo non segnalare come l’Amministrazione Penitenziaria, a partire dal Provveditorato Regionale di Roma, non abbiano fornito ad oggi nessuna informazione alle OO.SS. del Personale, nonostante questi interventi abbiano determinato servizi straordinari eccezionali ed una necessaria presa in carico del problema in atri Reparti penitenziari della regione.
Forse è il caso che – oltre agli annunci di realizzazione di nuovi penitenziari – che la FNS CISL auspica, siano assegnati con urgenza fondi economici specifici per evitare che nel frattempo non si debbano chiudere i reparti detentivi già esistenti.
Chiediamo alla S.V. di poter conoscere, visto e considerato lo stato delle relazioni sindacali con l’Amministrazione Penitenziaria, quali determinazioni siano intervenute sull’accaduto (anche riguardo al Personale di Polizia Penitenziari di Cassino) e quale eventuali interventi possono disporre i Suoi Uffici riguardo alla situazione del Lazio.
Cordiali saluti.
Il Segretario Generale
Pompeo MANNONE

Accesso Registrato

Conquiste del Lavoro

conquiste

 

Confederazione CISL

cisl

 

Servizi CISL

noi cisl