Stampa

Audizione al Senato - Atto del Governo n. 35, revisione dei ruoli dei Corpi di Polizia

on . Postato in Notizie

Alle  Commissioni  I^  e  IV^
Senato della Repubblica -   ROMA

Audizione del  giorno  12 settembre  2018

Quale Federazione Nazionale Sicurezza della CISL intendiamo ringraziare gli onorevoli Senatori che hanno deciso sull’opportunità di audizione delle OO.SS. del Personale del Corpo di Polizia Penitenziaria, in ordine ai possibili correttivi al Riordino delle carriere  (D.L. n. 95/2017).
Sui contenuti del decreto legislativo n. 95 questa Federazione ha già avuto modo di esprimere ripetutamente

la nostra insoddisfazione, perché ha dimostrato nella propria emanazione di non rispondere a quelle che erano e rimangono le attese della maggioranza del Personale.
Ed allora, considerata la ristrettezza dei tempi previsti per l’audizione odierna, siamo a riassumere per sommi capi le questioni che riteniamo prioritarie per i correttivi in questione.
Ribadiamo che la richiesta principale riguarda l’istituzione del “Ruolo Unico Esecutivo” , con l’unificazione dei precedenti distinti ruoli, quello degli Agenti-Assistenti  e quello dei Sovrintendenti. Per la FNS CISL rimane logico un tale processo che semplifica l’avanzamento di carriera del Personale dei Ruoli Esecutivi, appunto in uno Unico, stabilendo che le nuove procedure avvengano individuando una tempistica per l’avanzamento da una qualifica a quella successiva per effetto di scrutinio per merito comparativo.
Questa previsione – ove si realizzi – pone l’esigenza verso il Personale già appartenente al Ruolo dei Sovrintendenti di prevedere una diminuzione dei tempi di permanenza dalla qualifica di Vice Sovrintendente a quella di Sovrintendente dagli attuali 6 anni a 5 anni.
Analoga esigenza di riduzione degli anni è da prevedere per il Personale del Ruolo Ispettori, individuando nel termine di 5 anni anziché 7 anni il tempo che deve intercorrere tra la qualifica di Ispettore a quella di Ispettore Capo.
Su ciò che attiene invece ai vertici del Corpo di Polizia Penitenziaria, con l’istituzione della Dirigenza del Corpo, si rende necessario prevedere una definizione dell’ambito apicale del Ruolo stesso, modulando in maniera più definita le funzioni della carriera dei Funzionari ed andando a stabilire la previsione della Dirigenza Generale del Corpo.
Ultima questione che riguarda i possibili correttivi attiene alla creazione dei Ruoli Tecnici del Corpo di Polizia Penitenziaria, dove una priorità – anche in termini di analogia a quanto avviene già negli altri Corpi del Comparto – riguarda il profilo Medico Sanitario del Corpo.
Risulta infine chiara la richiesta che rivolgiamo a Codeste Commissioni circa l’evitare ulteriori sperequazioni nell’applicazione del nuovo sistema ordinamentale delle carriere tra i Corpi dello Stato. Risulta infatti che anche per il D.L. n.95/2017 siano avvenute diverse interpretazioni applicative del Riordino.

    Il Segretario Generale
    Pompeo MANNONE

Accesso Registrato

Conquiste del Lavoro

conquiste

 

Confederazione CISL

cisl

 

Servizi CISL

noi cisl