Stampa

RIORDINO DEL CNVVF-ULTIMISSIME BASTA BUGIE!

on . Postato in Notizie

BASTA CHIACCHIERE E BUGIE!

Il giorno 9 aprile u.s. abbiamo apposto la nostra firma su un verbale conclusivo della discussione sul nuovo progetto di riordino del CNVVF in cui sono state tracciate, unitamente alle altre OO.SS., delle linee guida di carattere generale, per una successiva discussione di merito riguardante ogni settore trattato nel riordino stesso. Contestualmente in quell'incontro abbiamo consegnato all'Amministrazione una nota a verbale con la quale abbiamo rappresentato in modo inequivocabile tutte le nostre contrarietà su diverse parti del progetto.

Infatti, nella prima contrattazione sulla riorganizzazione dei settori SAF-Elisoccorso e Cinofili, abbiamo fortemente e coerentemente manifestato la nostra contrarietà, sia nel merito che nel metodo, in quanto la proposta formulata dall'Amministrazione non rispondeva ad un concreto rilancio di tali settori.

SUL RIORDINO DEL C.N.VV.F. LA POSIZIONE DELLA FNS-CISL

SI al decentramento di alcune funzioni alle Direzioni Regionali garantendone la funzionalità attraverso un concreto supporto in termini di risorse umane e strumentali.

SI alla valorizzazione del CNVVF all'interno del Dipartimento anche tramite il riconoscimento del ruolo di Prefetto ai cinque tecnici Dirigenti Generali Centrali del CNVVF.

NO ai parametri utilizzati dall'Amministrazione per definire il modello di piante organiche che produce evidenti disarmonie nella distribuzione del personale sul territorio e ricadute negative sul servizio di soccorso.

NO alla chiusura di fatto di n.25 sedi distaccate permanenti e miste del CNVVF.

NO alla confusa istituzione di altre due scuole nazionali di formazione previste a Dalmine e a Catania senza che siano state chiarite le finalità e gli indirizzi d'uso degli attuali poli didattici Regionali che riteniamo debbano essere confermati.

NO all'estemporanea costituzione di un nuovo nucleo specialistico di elisoccorritori quale componente fissa dell'equipaggio volo VVF in assenza di un progetto complessivo di sviluppo e del concreto riconoscimento di tale qualificazione.

NOalle ricadute negative del riordino del soccorso sul settore amministrativo e tecnico-informatico sia centrale che territoriale.

NO al depotenziamento del Servizio Antincendio Portuale VVF,con la riduzione della flotta navale che non consente al Corpo di garantire i servizi istituzionali e di effettuare in autonomia un efficace intervento di soccorso a bordo nave.

NO ad una distribuzione sul territorio del Servizio Sommozzatori VVF che non permette la completa copertura della costa italiana e non risponde alle esigenze peculiari della Sicilia e della Sardegna.

IL NOSTRO IMPEGNO PER MIGLIORARE IL SERVIZIO AL PAESE E LE CONDIZIONI DEL PERSONALE DEL C.N.VV.F.

Stampa

INCONTRO SALUTO CAPO DEL CORPO VVF

on . Postato in Notizie

Cari Amici,

nella giornata odierna si è tenuto il programmato incontro per il saluto del neo Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco, ing. Gioacchino Giomi.

In apertura dell'incontro l'ing. Giomi ha evidenziato che deve essere riservata particolare attenzione alle nuove leve del CNVVF che rappresentano il futuro dell'Amministrazione.

Il Capo del CNVVF, successivamente, ha precisato di aver ricevuto un incarico di durata triennale e che in questo periodo intende caratterizzare la sua condotta al principio del dialogo costruttivo con tutte le parti che contribuiscono alle scelte dell'Amministrazione, attraverso scelte concrete e pragmatiche, evitando in ogni caso l'immobilismo decisionale, sempre deleterio per gli obbiettivi da raggiungere e per il personale.

Il Capo del CNVVF ha inoltre evidenziato che tutte le attività che saranno svolte dall'Amministrazione, in armonia con le OO.SS., dovranno tenere in debita considerazione la mission istituzionale del Corpo, ed in particolare l'attività operativa in sinergia con l'attività di prevenzione incendi.

Da parte nostra abbiamo apprezzato favorevolmente la modalità di relazione che ci è stata annunciata, ispirata alla collaborazione, al dialogo ed al pragmatismo nell'interesse dell'Amministrazione e del personale. Abbiamo inoltre richiesto che i provvedimenti che si attueranno in materia di prevenzione incendi dovranno tenere conto, oltre che degli interessi del cittadino in termini di semplificazione amministrativa e sicurezza, anche della sicurezza sul lavoro del personale vigile del fuoco che opera sugli scenari incidentali.

Abbiamo infine richiesto un impegno forte del Capo del CNVVF affinché sostenga, nelle opportune sedi politiche, anche le istanze di valorizzazione del personale, sia in termini retributivi, equiparandolo agli atri Corpi dello Stato, sia in termini di adeguate carriere professionali.

Il Segretario Generale

Pompeo Mannone

Stampa

Carenza di organici del CNVVF

on . Postato in Notizie

On.le Giampiero Bocci
Sottosegretario all'Interno

Egregio Sottosegretario,
come è noto, le carenze di organico che attanagliano il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco sono ormai a
livelli insostenibili, così come è alta l'età media del personale operativo e ciò incide in modo pesante sia
sulla organizzazione del lavoro, sia sull'efficienza del soccorso, sia sulla sicurezza degli operatori.

Accesso Registrato

Conquiste del Lavoro

conquiste

 

Confederazione CISL

cisl

 

Servizi CISL

noi cisl