Stampa

Le carceri sono inadatte dal punto di vista architettonico, organizzativo e funzionale per assolvere i fini previsti dalla Carta Costituzionale e ciò mette in difficoltà il già carente personale, che subisce alti carichi di lavoro e forti criticità''

on . Postato in Polizia Penitenziaria

Carceri: Fns Cisl, oltre mille detenuti in più nel Lazio

02 Marzo , 18:52
(ANSA) - ROMA, 02 MAR - Il sovraffollamento delle carceri nel Lazio è di 1008 detenuti. Lo sottolinea la Fns Cisl considerato che i reclusi nei 14 istituti penitenziari della regione risultano essere 6.265 rispetto ad una capienza regolamentare prevista di 5.257 posti. ''La sentenza Torregiani - dice il sindacalista Massimo Costantino - aveva il compito di diminuire il sovraffollamento nelle carceri, ma... dobbiamo evidenziare come il problema resta irrisolto. Criticità che si registrano anche per i ricoveri presso le REMS, con posti insufficienti rispetto alla richiesta''. Secondo il sindacato penitenziario ''preoccupante è il il sovraffollamento negli istituti di Regina Coeli con 324 detenuti in più rispetto ai posti regolamentari); Rebibbia (+ 289); Viterbo (+176) , Velletri (+129); Latina (+ 52). Risultano, inoltre, sovraffollati anche gli istituti di Cassino (+86); Frosinone (+75); Civitavecchia (+80); Rebibbia femminile ( +49) e Rieti( +73). ''Le conclusioni degli Stati Generali dell'Esecuzione penale - denuncia Costantino - sono diventate lettera morta.Le carceri sono inadatte dal punto di vista architettonico, organizzativo e funzionale per assolvere i fini previsti dalla Carta Costituzionale e ciò mette in difficoltà il già carente personale, che subisce alti carichi di lavoro e forti criticità''.(ANSA).

 

Accesso Registrato

Conquiste del Lavoro

conquiste

 

Confederazione CISL

cisl

 

Servizi CISL

noi cisl