Stampa

Nonostante le misure deflattive adottate dal Governo l'affollamento penitenziario è tornato a crescere''. ''Grave - aggiunge - anche la situazione del personale di Polizia Penitenziaria per il sovraffollamento, l'inadeguatezza edilizia delle strutture

on . Postato in Polizia Penitenziaria

 Carceri: Fns Cisl, cresce il sovraffollamento nel Lazio

 
 
 
ROMA
(ANSA) - ROMA, 8 GEN - In un anno la presenza dei detenuti nelle carceri del Lazio è cresciuta di 108 unità, aumenta dunque il sovraffollamento. A lanciare l'allarme è la Fns Cisl secondo cui risultano 6.237 i detenuti reclusi nei 14 Istituti della regione al 31 dicembre 2017, rispetto ad una capienza regolamentare prevista 5.258 posti. In particolare a Viterbo il sovraffollamento è del +176%; CC Cassino +121%; CC Frosinone +76%; NC Civitavecchia +62%; CCF Rebibbia +53%; NC Rebibbia + 250%; CC Regina Coeli +318%; Velletri +139% , CC Latina + 51% NC Rieti +69%.
''Nonostante le misure deflattive adottate dal Governo - spiega Massimo Costantino della Fns Cisl - l'affollamento penitenziario è tornato a crescere''.
''Grave - aggiunge - anche la situazione del personale di Polizia Penitenziaria per il sovraffollamento, l'inadeguatezza edilizia delle strutture penitenziarie e dalla crescente carenza di risorse umane, determinata sia dalla fuoriuscita di personale per raggiunto diritto alla quiescenza che dal mancato turn-over''.
AU/​

Accesso Registrato

Conquiste del Lavoro

conquiste

 

Confederazione CISL

cisl

 

Servizi CISL

noi cisl