Stampa

Gravi criticità alla Casa Circondariale di Treviso.

on . Postato in Notizie

Pres. Santi CONSOLO
Capo Dipartimento Amm.ne Penitenziaria

Quanto denunciamo dal 2015, circa le gravi condizioni di lavoro in cui opera il Personale di Polizia Penitenziaria a Treviso, non ha precedenti analoghi in Italia in ordine alla totale inerzia dell’Amministrazione a fronte di tutto quello che è stato dettagliato in 2 anni alla Direzione della Casa Circondariale, al Provveditore di Padova e per conoscenza all’Ufficio relazioni

Sindacali del DAP.

La FNS CISL del Veneto, oltre a quella Territoriale di Belluno-Treviso, hanno ripetutamente interessato anche il VISAG del PRAP di Padova, così come  gli RLS della casa Circondariale, perché le situazioni di disagio e di pericolo che vivono quotidianamente i poliziotti penitenziari sono numerose.

Ogni sollecitazione pare cadere nel vuoto e questo – associato alle criticità –  rende insopportabile questa condizione d’inerzia e di  totale disinteresse da parte dell’Amministrazione Penitenziaria.

Per tali motivi ci rivolgiamo alle SS.LL. in quanto massime espressioni del Dipartimento per ciò che attiene alle questioni del Personale che rappresentiamo. Riteniamo che non sia più rinviabile un urgente intervento che offra a Lavoratori e Lavoratrici un segno tangibile che non sono stati abbandonati nelle difficoltà ma che si può e si deve restituire sicurezza e dignità al  lavoro che assicurano in questa difficile realtà penitenziaria del Veneto. Ad ogni buon fine vi alleghiamo alcune delle principali denunce che dal Territorio erano state attivate verso il PRAP e  la Direzione locale.
In attesa di un Vs celere riscontro si porgono cordiali saluti


Il Segretario Generale
Pompeo MANNONE

Allegati
Download this file (CC Treviso.pdf)CC Treviso.pdf95 kB

Accesso Registrato

Conquiste del Lavoro

conquiste

 

Confederazione CISL

cisl

 

Servizi CISL

noi cisl