Stampa

POLIZIA PENITENZIARIA - DGMC LA FNS CISL NON FIRMA L’ ACCORDO

on . Postato in Notizie

Lo scorso 29 maggio 2017 abbiamo partecipato all’incontro previsto presso il DGMC per la ripartizione del monte-ore lavoro straordinario 2017 del Personale di Polizia Penitenziaria che opera sia presso le Strutture Minorile che presso gli UEPE.
Dopo un’ampia discussione abbiamo ritenuto di non sottoscrivere l’intesa

proposta dall’Amministrazione, ipotesi che invece ha  trovato l’assenso delle altre sigle sindacali.
Nello specifico la situazione ha visto la FNS CISL – relativamente alle tabelle presentate dall’Amministrazione – proporre di ridurre il monte-ore di riserva che il Dipartimento intende trattenere a livello centrale.  La proiezione dei consumi straordinari per 12 mesi, fatta sulla  scorta  dei  consumi   del 1° quadrimestre 2017,  realizza un fabbisogno di  197.777 ore ( 192.166 per le Strutture Minorile e 5.611 per le Strutture UEPE )  mentre il Dipartimento intende assegnarne 197.425  ( 189.130 quota Minorile e 8.295  quota UEPE ).
Apparentemente sembra che la differenza sia minima ma di fatto così non è perché il Dipartimento aumenta l’assegnazione nelle quote “UEPE” per 2.684 ore rispetto alla proiezione consumi, mentre diminuisce di 3.036 ore la quota  “MINORILI”.
L’elemento di dissenso che ci ha portati al NON FIRMARE  risiede nel fatto che il Dipartimento  trattiene a livello centrale 32.309 ore (con la scusa del fondo di riserva) mentre invece la FNS CISL chiedeva di trattenerne solo – si fa per dire -  29.273 ore, in modo tale da assegnare alle Strutture Minorili almeno un budget pari alla proiezione dei consumi già raggiunti nel 1° quadrimestre 2017.
Troviamo insensato aver dato attenzione alle richieste d’integrazione per le Strutture UEPE di Milano, Torino e Roma (anche se non nella precisa dimensione richiesta) ed aver negato totalmente analoga richiesta della Struttura Minorile di Napoli, nonché una integrazione all’IPM di Firenze cui l’Amministrazione intende far riaprire un Reparto chiuso nel 1° quadrimestre 2017 e quindi non calcolando l’incidenza sui possibili incrementi di consumi straordinari rispetto alla parziale proiezione di  consumi annui.
In conclusione la FNS CISL ha chiesto che sia assicurato il necessario passaggio di confronto sindacale nelle Sedi di Lavoro, ad ogni livello, riservandoci in corso d’opera di verificare quali usi saranno fatti delle risorse economiche accantonate a livello centrale, lasciando in probabili difficoltà le articolazioni del DGMC sul Territorio.
                  Cordiali saluti.

Il Segretario Generale
Pompeo MANNONE

Accesso Registrato

Conquiste del Lavoro

conquiste

 

Confederazione CISL

cisl

 

Servizi CISL

noi cisl