Stampa

15.01.2016 CFS presidiao a Palazzo Chigi

on . Postato in Notizie

RIFORMA P.A. - SINDACATI CORPO FORESTALE: SIT IN ​IL 15 GENNAIO PER DIRE NO ALL'ASSORBIMENTO NEI CARABINIERI

"Prendiamo atto che il Presidente Renzi, nonostante le sollecitazioni politiche e tecniche, ha annunciato l'intenzione di proporre al Consiglio dei Ministri, convocato ​per il 15 gennaio, nell'ambito del provvedimento di riforma della P.A., l'assorbimento del Corpo ​f​orestale dello Stato da parte dell'Arma dei Carabinieri"​.​ A dichiararlo​ sono Marco Moroni (SAPAF), Danilo Scipio (UGL-CFS), ​Andrea Laganà (SNF), Pompeo Mannone (FNS-CISL), Francesca Fabrizi (CGIL-CFS) e Maurizio Cattoi (DIRFOR). "In extremis proveremo per l'ennesima volta a far capire al Governo che quel progetto si scontra con le garanzie costituzionali dei lavoratori, la buona amministrazione ed il buon senso, attuando un sit in di protesta in Piazza Montecitorio ​proprio venerdì prossimo, 15 gennaio. "Se dovesse essere però confermata la volontà di far transitare tutto e tutti nei Carabinieri, sancendo la militarizzazione coatta della funzioni di polizia ambientale ed agroalimentare e del personale, non rimarrà altro che lasciare la parola agli avvocati​.​ "Facciamo appello al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ​- concludono i leader sindacali del Corpo forestale - ​affinché solleciti il Governo ad attuare la delega conferita dal Parlamento in maniera conforme alle prescrizioni in essa contenute ed in modo rispettoso dei diritti costituzionali dei cittadini e dei lavoratori​.​"

Stampa

RIUNIONE SUL CFS CON IL GOVERNO

on . Postato in Notizie

Cari Amici,
come è noto, il 25 novembre scorso, le OO.SS. in rappresentanza del CFS hanno svolto l’incontro di cui all’oggetto alla presenza dei Ministri Madia e Martina.

Nell’occasione abbiamo ribadito la nostra posizione, a voi nota da tempo, che si sostanzia in primo luogo  nella necessità di salvaguardare il Corpo Forestale, pur se lo stesso

Stampa

Comunicato stampa incontro OO.SS. Corpo e Ministri Martina e Madia

on . Postato in Notizie

"Nell'affermare la nostra assoluta contrarietà alla militarizzazione della funzione ambientale e del personale, siamo consapevoli di aver offerto numerosi spunti di riflessione 
​sul futuro del Corpo forestale dello Stato ai ministri Madia e Martina, ​
presentando a tale riguardo una proposta unitaria
​ per il mantenimento dei diritti acquisiti e delle prerogative civilistiche dei Forestali".

E' quanto affermano Moroni (SAPAF), Scipio (UGL-CFS), Mannone (FNS-CISL)​, Morelli (DIRFOR) e Fabrizi (FP-CGIL) in rappresentanza della stragrande maggioranza dei Forestali, che oggi hanno incontrato i ministri Madia e Martina.

"Il Governo - dicono i sindacalisti - pur confermando il proprio indirizzo di voler percorrere la strada che porterà il Corpo 
​f​
orestale all'interno dell'Arma, si sono dimostrati disponibili ad un confronto sulle modalità di attuazione del processo di accorpamento ed in questa fase, soprattutto in chiave tecnica, siamo convinti di poter dimostrare tutte le criticità della militarizzazione forzata del personale e delle funzioni di tutela dell'ambiente e dell'agroalimentare".
 
"Visti i tempi ristretti in cui vuole agire il Governo, ci saremmo aspettati la presentazione di un testo su cui confrontarci in maniera concreta, segno evidente che non tutto e' definito: auspichiamo che i successivi incontri 
​- concludono i sindacalisti - ​
servano ad avviare concretamente il confronto su un progetto che diversamente potrebbe cagionare danni irreparabili, per il bene e nell'interesse dei cittadini, delle istituzioni e del personale Forestale, avendo come interlocutore la Funzione Pubblica e non il Capo del CFS
​, di cui abbiamo chiesto l'immediata sostituzione​
.

Accesso Registrato

Conquiste del Lavoro

conquiste

 

Confederazione CISL

cisl

 

Servizi CISL

noi cisl